Vo’ per Botteghe: quando l’ospitalità alberghiera incontra l’eccellenza del territorio

Un’iniziativa gratuita pensata per avvicinare i turisti alla Firenze bottegaia

scritto da Alessia davì

Si chiama “Vo per Botteghe” ed è un’iniziativa gratuita promossa dalla Fondazione Romualdo del Blanco, Life Beyond Tourism e dal Centro Congressi al Duomo, pensata per avvicinare i turisti alle storiche botteghe artigianali di Firenze.

Gli ospiti che soggiorneranno presso gli hotel Laurus al Duomo e Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio avranno la possibilità di vivere la città da locali e non da turisti, accompagnati da persone del luogo, per un giro di circa due ore, lungo le strette vie del centro storico, alla scoperta di oltre 60 artigiani che raccontano il proprio lavoro tramandato di generazione in generazione e condividono qualche trucco del mestiere direttamente dai loro laboratori.

Non c’è un itinerario standard, ma il percorso viene modificato a seconda delle esigenze dei viaggiatori e naturalmente degli artigiani.

Vo per Botteghe si afferma come un “must” delle cose da fare a Firenze per quanti desiderano intessere un filo di ricordi e di rapporti con la città, che non si esaurisca con l’acquisto di un semplice souvenir, ma trasmetta l’odore della pelle e del cuoio, del rumore del ferro sapientemente lavorato e ancora delle coloratissime stoffe, che rappresentano patrimonio storico e artistico della città.

È possibile seguire gli appuntamenti sulla pagine facebook di Vo per Botteghe, Hotel Laurus al Duomo e Hotel Pitti Palace al Ponte Vecchio.

 

Link Sponsorizzati
firenze
Ponte Vecchio, Firenze, FI, Italia
Scrivi un commento

Post nella stessa Categoria