Nasce Costa Smeralda, prima nave da crociera alimentata a Lng

Al via nel cantiere finlandese di Torku la costruzione della nuova nave da crociera del gruppo Costa. Avrà una stazza lorda di 180 mila tonnellate e offrirà più di 2.600 cabine per un totale di 6.600 passeggeri. Entrerà in servizio nell’ottobre del 2019.

scritto da Marcello Clausi

Con il taglio della prima lamiera nel cantiere Meyer di Turku in Finlandia, è iniziata la costruzione di Costa Smeralda. La nuova nave di Costa Crociere sarà la prima nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto (LNG) disponibile per il mercato mondiale, in particolare quello europeo, Italia inclusa, e la prima di questo genere per la compagnia italiana.

Costa Smerdalda fa parte di un piano strategico di crescita di Carnival Corporation & plc – il più grande gruppo crocieristico al mondo con 10 diversi marchi, tra cui anche Costa Crociere – che prevede la costruzione di 7 nuove navi alimentate a LNG. A partire dall’autunno 2018, con la consegna di AIDAnova del marchio AIDA Cruises, che opera solo nei paesi di lingua tedesca, queste 7 navi andranno ad arricchire la flotta del gruppo Carnival, composta attualmente da 103 navi in servizio.

Costa Smeralda, che avrà una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate e offrirà più di 2.600 cabine per un totale di circa 6.600 passeggeri. Entrerà in servizio nell’ottobre del 2019. Le cabine avranno gli interni dedicati ad alcune città del bel paese, con immagini dei principali monumenti italiani.
Nel 2021 poi, è prevista la consegna di una seconda nave, gemella di Costa Smeralda, sempre costruita da Meyer-Turku.

Entrambe le navi Costa saranno alimentate sia in porto che in mare aperto con LNG, il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Il gas sarà immagazzinato in appositi serbatoi a bordo delle navi e utilizzato per produrre il 100% dell’energia necessaria alla navigazione e ai servizi di bordo, grazie a motori ibridi a doppia alimentazione. L’utilizzo di LNG sarà una grande innovazione in termini di impatto ambientale, perché consentirà di ridurre in maniera molto significativa le emissioni di gas di scarico, in particolare quelle di zolfo (SO2), di azoto (NO2), di CO2 e particolato.

“Queste navi consolideranno la leadership del Gruppo Costa, già numero uno in tutti i principali mercati dell’Europa continentale, ha detto in conferenza stampa Michael Thamm, CEO del Gruppo Costa e di Carnival Asia. Il contratto plurimiliardario con Meyer, che prevede la costruzione di due navi alimentate a LNG anche per il nostro marchio tedesco AIDA Cruises, rispecchia la nostra strategia di innovare costantemente le nostre offerte di vacanza e di proporre ai nostri ospiti un’esperienza di crociera insuperabile”.

“Le due navi Costa rappresentano una vera innovazione a livello globale e fisseranno nuovi standard per l’intero settore – ha aggiunto Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere. Saranno infatti tra le prime navi da crociera in assoluto alimentate a LNG, e le prime a essere commercializzate in diversi mercati mondiali, in particolare quelli europei: daranno quindi un impulso allo sviluppo di questa tecnologia green, soprattutto nell’area del Mediterraneo. Inoltre saranno navi uniche dal punto di vista dei servizi offerti a bordo e del design: la migliore espressione del concetto di Italy’s finest che caratterizza il marchio Costa a livello internazionale.”

Le nuove navi Costa a LNG saranno un’opportunità per l’Italia anche in termini di occupazione. Secondo le previsioni di Costa Crociere, circa 750 italiani saranno assunti per prendere servizio su Costa Smeralda e la sua gemella. Faranno parte di un piano di crescita del personale recentemente annunciato, che prevede 4.500 nuove assunzioni di personale di bordo italiano entro il 2022 da parte del Gruppo Costa e della sua società madre Carnival Corporation & plc.

Costa Smeralda offrirà crociere nel Mediterraneo occidentale, che saranno disponibili per la prenotazione nei primi mesi del prossimo anno. L’approvvigionamento di LNG verrà effettuato da Shell Western LNG B.V.

Un nome, una garanzia

La nave è dedicata a uno dei luoghi più belli della nostra penisola, la costa Smeralda appunto. La scelta del nome nasce da un accordo di collaborazione tra la compagnia italiana di crociere ed il Consorzio Costa Smeralda, che si occupa dello sviluppo e della promozione della principale area turistica della Sardegna e detentore del marchio Costa Smeralda. La partnership prevede inoltre una serie di iniziative congiunte che verranno rese note nei prossimi mesi.

“Abbiamo deciso di chiamare la nuova ammiraglia della flotta Costa con il nome di una delle località più incantevoli e rinomate d’Italia – ha detto Neil Palomba. La Costa Smeralda è un luogo di straordinaria bellezza che racchiude l’eccellenza delle meraviglie italiane con il fascino glamour che negli anni si è affermato.  Ma la scelta non è stata solo guidata da queste motivazioni. L’impegno del Consorzio verso i temi e le pratiche di sostenibilità ci hanno portato a trovare un’intesa perfetta sotto molti punti di vista. È con grande onore, dunque, che Costa Smeralda rappresenterà la bellezza di questo luogo nel mondo e sarà ambasciatrice di tutto quello che di magnifico ha l’Italia da raccontare”.

“Siamo molto felici di poter collaborare alla realizzazione di questo bellissimo progetto al fianco di Costa Crociere, un player che è leader nel proprio settore e universalmente riconosciuto come solido e affidabile – ha commentato Renzo Persico, Presidente del Consorzio Costa Smeralda. Siamo inoltre davvero onorati che la scelta del nome della nuova e moderna ammiraglia sia ricaduta su “Costa Smeralda”, il marchio più prestigioso del sistema turistico internazionale sino ad oggi legato in maniere inscindibile al nostro territorio. In virtù dell’eccellenza raggiunta nel campo mondiale dal gruppo Costa Crociere, il Consorzio Costa Smeralda ha voluto affidare il suo nome alla futura nave che lo porterà in tutti i continenti”.

Durante la cerimonia del taglio della lamiera, Costa ha anche annunciato la nuova livrea che, a partire dai prossimi mesi, comparirà sulla prua di tutte le navi della flotta. Il disegno rappresenta una stilizzazione del Tricolore e, grazie alla sua forma ondulata, ricorda lo sventolio delle bandiere durante la navigazione. L’innovazione riguarderà anche il nome delle navi, che sarà di dimensioni maggiori rispetto alle attuali.

Link Sponsorizzati
Meyer Turku Oy, Turku, Finlandia
Scrivi un commento

Post nella stessa Categoria