D&G, finale da favola nel castello di Trabia

E’ calato il sipario sulla manifestazione Alte Artigianalità voluta da Domenico Dolce e Stefano Gabbana che per quattro giorni ha proiettato Palermo al centro del mondo. A Trabia si chiude con la musica di Roy Paci e dell’americano Austin Mahone.

scritto da Marcello Clausi

Mancava solo la vara col santo e il lunapark. Poi c’era tutto quello che si organizza per una festa patronale che si rispetti: la banda musicale, le luminarie, i fuochi d’artificio e ovviamente le bancarelle di calia e simenza.

Sempre e più Sicilia anche nell’ultima giornata di “Alte Artigianalità” ideata da Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Al Castello Lanza Branciforte di Trabia è andato in scena l’ultimo party che ha chiuso la quattro giorni di moda e mondanità.

Gli oltre quattrocento ospiti Vip sono stati proiettati nella tipica atmosfera dei festeggiamenti in onore del santo patrono di un qualunque paese della Sicilia. Nel viale che porta al castello è stata montata una galleria d’archi piena di lucine colorate. Nessuno resiste al fascino di un selfie.

Una volta dentro, e dopo l’ingresso dei trenta componenti della banda musicale del paese, dalle chiatte ancorate nello specchio d’acqua davanti l’antica fortezza partono i giochi di fuoco. Anche qui, com’era successo al gala di villa Igiea, dieci minuti di spettacolo pirotecnico accompagnati dalla musica classica. Un tripudio di colori e suoni carico di emozione.

Il giardino del castello è al buio, ma d’improvviso al termine della masculiata, esplode l’accensione di grandiosi addobbi di luminarie. Migliaia di luci colorate decorano e illuminano il giardino. Lo stupore è palpabile negli occhi e nelle espressioni dei presenti. Contemporaneamente prendono vita le bancarelle di calie e simenza, quelle con torrone e biscotti alle mandorle, o quelle con la coloratissima frutta martorana. Tutte specialità della ditta Geraci di Caltanissetta. Gli ospiti cinesi, russi, americani o giapponesi si soffermano davanti alle bancarelle; chiedono spiegazioni, assaggiano le noccioline, conservano in una esclusive bag -ovviamente firmata D&G– i dolci cadeaux siciliani da portare ad amici e parenti nei rispettivi paesi di provenienza.
Quattro carrettini appositamente realizzati propongono agli avventori della festa granite e gelati siciliani. Gelsi, mandorla, limone e pesca i gusti più gettonati.

Sul palco intanto inizia il concerto degli Aretuska, la band di Roy Paci che suona pezzi siciliani in chiave swing e jazz. Da Ciuri Ciuri a Sicilia bedda, fino a Toda joia toda beleza.

Un selfie con Stefano Gabbana

Domenico Dolce e Stefano Gabbana girano tra i viali del castello, salutano i loro ospiti. Domenico balla in pista con alcuni nipotini appositamente arrivati da Polizzi Generosa; Stefano invece riprende tutto col suo telefonino e posta su instagram alcuni momenti del party.

Cambio di artista ed ecco arrivare Austin Mahone. Il cantante statunitense molto amato dai millennials si esibisce a Trabia per gli ospiti di D&G e propone il suo repertorio rap, hip hop e dance. Il pubblico va in visibilio, mani alzate e telefonini accesi per immortalare lo show musicale del giovane cantante. Gli ospiti non hanno certo vent’anni, ma sembra conoscano a memoria tutte le sue canzoni.

Nei viali del castello, tra piscinette e alberi di ulivo, si riconoscono i palermitani Mario Dell’Oglio, Marina Torregrossa, Federico Giglio, Josè Rallo, Gaspare Simeti, Maria Grazia Bonura, le figlie del sindaco Orlando Leila ed Eleonora, Vincenzo Lombardo Antonella Purpura. Ma c’è anche la top model palermitana voluta da Dolce e Gabbana Giulia Maenza e Peppuccio Tornatore che ha girato un docufilm sulla quattro giorni di moda siciliana.

Al bar si servono cocktail ad alta gradazione, i camerieri offrono coppi con fritti siciliani e sfincione palermitano. La serata è magnifica e gli ospiti continuano a complimentarsi con i due stilisti per le collezioni presentate nei giorni precedenti. “Wonderful”, “Magnifique” “Sublime” gli aggettivi più usati dalle rappresentanti del gentil sesso che amano vestire D&G.

Sul palco arriva il deejay di turno. La musica dance degli anni ‘70, ’80 e ’90 riporta tutti in pista. Sotto le luminarie siciliane si ballerà fino a tarda notte. Santi e Paladini, dipinti nei pannelli dei carretti e delle bancarelle, osservano la scena.

 

Link Sponsorizzati
Castello Lanza Branciforte di Trabia, Trabia, PA, Italia
Scrivi un commento

Post nella stessa Categoria