Ci passano ogni giorno migliaia di persone ma non lo sanno: qui è morto l’Imperatore

Dovete sapere che in questo luogo passano ogni giorno migliaia di persone ma non lo sanno che qui è morto l’Imperatore. Tutte le informazioni e curiosità.

Passeggiare per i centri storici delle città italiane, significa passeggiare in mezzo alla storia e anche sopra la storia. Le nostre città, infatti, dalle più grandi alle più piccole sono degli scrigni che conservano anche a distanza di molti secoli edifici antichi, mura storiche, castelli, torri, chiese, palazzi e aree archeologiche. Ogni volta che scava per lavori, si fanno scoperte straordinarie di tracce di un passato lontano ma ancora vivo.

qui morto imperatore
Ci passano ogni giorno migliaia di persone ma non lo sanno: qui è morto l’Imperatore – Cultravel.it

Il posto per eccellenza dove più che in ogni altro  si fanno queste scoperte è Roma. Non a caso è chiamata la Città Eterna. A Roma le testimonianze del passato, dal più recente al più antico, sono ovunque. Si impongono con prepotenza e con assoluto fascino a ogni visitatore, che non può fare a meno di restarne incantato.

Roma è una meraviglia unica al mondo. Il racconto a libro aperto di chi siamo stati e di come l’antico passato ci appartenga ancora. Esistono una infinità di luoghi storici a Roma, ricchi di testimonianze, bellezza e magia. Uno in particolare, tuttavia, è molto importante ma sfugge a molti. Si tratta del luogo dove passano ogni giorno migliaia di persone senza sapere che qui è morto un famoso Imperatore, forse l’Imperatore di Roma. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

In questo luogo passano ogni giorno migliaia di persone ma non lo sanno, qui è morto l’Imperatore

L’importantissimo personaggio storico di cui stiamo parlando è Giulio Cesare. Sebbene il primo Imperatore di Roma, per la storiografia, sia considerato Augusto, il cui nome di nascita era Ottaviano, il pronipote che Cesare adottò come sui figlio ed erede, fu con Giulio Cesare che avvenne il passaggio dall’età repubblicana a quella imperiale dell’antica Roma. Cesare era dictator, dittatore di Roma. Noi possiamo intenderlo in senso ampio anche come il primo Imperatore di fatto.

qui morto imperatore
Antiche rovine di Largo di Torre Argentina, Roma – Cultravel.it

Tutti sanno che Cesare fu assassinato il 15 marzo del 44 a.C., nel giorno conosciuto come le Idi di marzo. Era un giorno festivo dedicato Marte, dio della guerra. In quell’occasione si tenne una seduta straordinaria del Senato di Roma presso la Curia di Pompeo, una sede provvisoria. Approfittando della sede differente dell’assemblea e del giorno festivo, circa 60 0 80 senatori guidati da Cassio e Bruto, quest’ultimo figlio naturale di Cesare, organizzarono una congiura per uccidere il dittatore.

Con il delitto si voleva impedire che Cesare diventasse Re di Roma, riducendo il potere del Senato. Oltre alla politica, tra le motivazioni dell’omicidio c’erano anche invidie e rancori personali.

Tutti conoscono il delitto di Cesare e le Idi di marzo, non tutti, però, conoscono il luogo dove Cesare fu ucciso. Gli storici e archeologi hanno individuato il luogo de Cesaricidio nelle antiche rovine romane di Largo di Torre Argentina.  Qui al centro della piazza si trova uno scavo archeologico dell’Area Sacra di Torre Argentina, con alcuni resti di templi e colonne, tra cui la Curia di Pompeo, dove il 15 marzo del 44 a.C. si tenne l’assemblea del Senato che fu fatale per Giulio Cesare. Il luogo esatto dove sorgeva la Curia sarebbe tra il Teatro Argentina, che sta sull’altro lato della strada, e il Tempio della Fortuna, a forma circolare. La zona è popolata anche dai famosi gatti randagi di Roma, custodi di queste rovine.

Cesare fu pugnalato dai senatori ai piedi della statua di Pompeo, di cui deve essere rimasto il piedistallo che gli archeologi stanno cercando. Il luogo esatto dell’uccisione di Cesare sarebbe accanto al pino che svetta dietro il Tempio della Fortuna, ma altre ipotesi si sono fatte largo negli ultimi anni. Forse il luogo esatto potrebbe essere spostato di pochi metri. Forse è davanti al Teatro Argentina.

Sta di fatto che sulla via di Torre Argentina, situata tra l’area archeologica e il teatro, passano tutti i giorni decine di autobus e migliaia di persone lungo i marciapiedi. Forse camminano nel luogo dove fu ucciso Giulio Cesare.

A Roma si può anche fare colazione con Raffaello.

Impostazioni privacy