Viaggiare senza barriere grazie a queste app è possibile, ecco le più consigliate

Viaggiare senza barriere è possibile perché tutti, anche in Italia, si stanno impegnando a garantire il massimo della sicurezza e un futuro che sia inclusivo per tutti.

Non solo quindi servizi appositi, infrastrutture e anche una cultura dell’accoglienza sempre più intensificata ma anche delle applicazioni che permettono di affrontare qualunque tipo di viaggio con grande serenità.

Viaggiare senza barriere
Viaggiare senza barriere (cultravel.it)

Oggi usiamo le app per qualunque cosa, dai pagamenti al divertimento, quindi siamo abituati e agevolati per poter affrontare ogni condizione. Perché non sfruttare pertanto proprio questa possibilità per poter viaggiare più facilmente.

Le app per un’accoglienza reale

Con le applicazioni possiamo scoprire tanto sui viaggi, dalle informazioni sul traffico, ai servizi pubblici anche a soluzioni idonee per persone che hanno bisogno di assistenza. Coloro che vogliono viaggiare ma hanno una mobilità ridotta o una disabilità, devono poterlo fare liberamente, come tutti gli altri.

Senza barriere
Senza barriere (cultravel.it)

Quando si parla di turismo inclusivo si indica proprio la possibilità di viaggiare senza barriere. Molte app quindi sono state studiate per favorire tutto questo, disponibili sia per Android che per iPhone. La prima è proprio Google Maps dove possiamo ottenere delle mappe che possono essere molto utili per conoscere informazioni anche sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, sulle pendenze, tutti dati molto utili quando ci si sposta con una carrozzina. Si può andare in Impostazioni, Accessibilità e poi attivare Luoghi Accessibili.

Le app da scaricare subito

Kimap è un’altra app molto utile in questo senso che permette a chi ha una mobilità ridotta di spostarsi facilmente grazie anche alle informazioni che vengono condivise dagli altri utenti. L’applicazione si può usare in ogni parte del mondo. WheelMate invece permette di conoscere bagni pubblici e parcheggi accessibili. Nel primo caso sapere quali sono puliti e in buone condizioni, cosa che purtroppo non è sempre scontata.

Anche Airbnb è uno strumento molto utile poiché tra i suoi filtri prevede ad esempio la possibilità di scegliere una serie di caratteristiche come entrata ampia, assenza di scale, letto accessibile, passaggio per sedia a rotelle, bagno attrezzato. Tutti dati che sono certi e quindi consentono a tutti di organizzare una vacanza al meglio. Per viaggiare senza barriere c’è anche Taxi Sordi, applicazione dell’Unione Radio Taxi Italiana che permette di aiutare le persone che hanno disabilità comunicative. Con questo collegamento in treno si possono abbattere di molto i tempi.

SalaBlu+ invece è uno strumento che permette di ai viaggiatori di individuare stazioni ferroviarie dove ci sono servizi di assistenza per chi ha una disabilità. Moovit è l’applicazione che permette a chi ha una disabilità visiva di essere guidato all’interno di metropolitane, stazioni e ovunque ce ne sia la necessità.