Reclami per i voli, questa è la classifica delle peggiori compagnie aeree

Per l’aviazione civile il 2022 non è stato un anno proprio felice, con tante cancellazioni, ritardi e problemi con i bagagli che hanno portato ad enormi disagi per i passeggeri.

La carenza di personale e il boom dopo la pandemia sono stati i due fattori che hanno dato il colpo di grazia con un’industria che è stata presa d’assalto senza avere i mezzi adeguati per rispondere.

Compagnie aeree
Compagnie aeree (cultravel.it)

Per molti questo si è trasformato in un incubo, soprattutto per quanti avevano le ferie limitate e i giorni contati e lo smarrimento del bagaglio piuttosto che un problema con i giorni non è stato un fattore da poco.

Le compagnie aeree con i reclami maggiori

Guardando alle prestazioni complessive ovviamente ci sono compagnie che hanno saputo gestire la crisi meglio di altre, alcune che invece hanno avuto un vero disastro in termini di prestazioni e anche di reclami da parte dei viaggiatori.

Reclami
Reclami (cultravel.it)

Delta Airlines ad esempio si è classificata al primo posto tra i vettori degli Stati Uniti con un tasso di cancellazione basso, nonostante il 2022 sia stato l’anno più operativo della loro storia. Tuttavia, Delta si è classificata anche ai primi posti per voli cancellati.

Allegiant Air ha registrato il tasso di arrivi puntuali più basso, questo sarebbe stato causato da condizioni meteo sempre più difficili, Covid e carenza di personale. Jet Blue ha avuto un anno decisamente nero con problemi in tutte le categorie dalle cancellazioni ai bagli. Ha registrato il maggior numero di ritardi in pista. Questo pare sia stato collegato ad un problema della congestionata New York.

Soutwest Airlines ha avuto un tracollo nella settimana di Natale, problemi molto pesanti eppure un tasso molto basso di reclami. Anche i problemi con i bagagli non sono stati da meno, in particolare per American Airlines che ha visto il tasso più alto di problemi in questo senso, però le lamentele maggiori sono state per Frontier Airlines.

Perché disagi e tasso di reclami non coincidono

Il tutto infatti spesso non si incrocia perché oltre al disservizio e quindi al problema causato per i viaggiatori, un fattore determinante che poi scinde il reclamo dal disagio è la risposta della compagnia. Le maggiori hanno saputo rispondere tempestivamente con valide alternative e soluzioni, il problema è stato di chi, pur avendo disagi minori, ha comunque non adeguato la risposta per il cliente finale. Queste compagnie, hanno un blocco dei voli. 

Un annata comunque da dimenticare, se da un lato ha segnato una ripresa economica per le compagnie, dall’altra è stato un disastro in termini organizzativi.