Camminare sull’acqua, un’esperienza unica al mondo, ecco come è stato possibile

L’evento del camminare sull’acqua, un’esperienza unica al mondo, ecco come è stato possibile. Tutte le curiosità da conoscere.

Camminare sulla superficie dell’acqua? No, non in riva al mare, dove la sabbia è bagnata da un dito d’acqua, ma proprio sulla superficie di un bacino. Un’esperienza resa possibile qualche anno fa, ma non è come pensate.

camminare acqua esperienza
Camminare sull’acqua, un’esperienza unica al mondo, ecco come è stato possibile (Foto di Mathias Reding da Pexels)

Forse molti di voi ricorderanno le passerelle in tessuto color arancio sulla superficie del Lago d’Iseo. Era l’installazione nota come The Floating Piers, letteralmente moli galleggianti, che consentì a circa un milione e mezzo di persone di camminare sul pelo dell’acqua.

Un’esperienza incredibile, che i fortunati che hanno potuto farla la ricorderanno benissimo. Un’esperienza resa possibile dall’estro creativo dell’artista di origine bulgara Christo, insieme alla compagna Jeanne-Claude.

La coppia di artisti a partire dagli anni ’60 ha realizzato numerose opere e installazioni all’aperto in tutto il mondo, a cominciare dai monumenti impacchettati. Opere d’arte e installazioni temporanee per reinterpretare gli spazi in modo spiazzante e curioso.

Camminare sull’acqua, un’esperienza unica al mondo, ecco come è stato possibile

L’opera The Floating Piers al Lago d’Iseo venne realizzata nel 2016, dopo anni di studio e ricerca del luogo più adatto. Il lago lombardo, tra le province di Bergamo e Brescia – quest’anno in coppia Capitale Italiana della Cultura, si rivelò la location ideale per l’installazione delle passerelle e piattaforme sull’acqua percorribili a piedi.

L’installazione durò appena 16 giorni, dal 18 giugno al 3 luglio del 2016.Periodo nel quale arrivarono visitatori da tutto il mondo.

The Floating Piers

Le passerelle arancioni di The Floating Piers furono collocate dalla sponda sudorientale del Lago d’Iseo a Sulzano, fino a Monte Isola, la principale isola del lago, e da qui alla piccola isola di San Paolo, di proprietà della famiglia Beretta, dove sorge una storica villa.

Il materiale delle passerelle pedonali era in nylon poliammidico, un tessuto resistente, elastico e morbido, in modo da galleggiare e soprattutto far provare ai visitatori la vera esperienza di camminare sull’acqua. Le passerelle sono state ancorate con pioli e grossi blocchi di calcestruzzo sul fondo del lago.

camminare acqua esperienza
The Floating Piers sul Lago d’Iseo nel 2016 (Foto di NewtonCourt, CC BY-SA 4.0, Wikimedia Commons)

I Floating Piers sono stati una straordinaria opera di immaginazione artistica e di ingegneria. Il primo giorno di apertura arrivarono al Lago d’Iseo quasi 100mila persone per passeggiare sull’acqua del Lago.

Per l’opera e la zona è stato un grande successo di pubblico che ha fatto conoscere in tutto il mondo il bellissimo Lago d’Iseo, portando nuovi turisti.