Paese che vai, superstizione che trovi: ecco le più bizzarre

La superstizione non è certo una tipicità solo italiana, ogni paese ha le sue tradizioni e le sue credenze, anche in questo campo di interesse.

Certo, si tratta di una cosa spesso irrazionale e infondata, tuttavia è interessante scoprire come sia radicata nel passato, con le tradizioni del tempo. Passare sotto una scala può essere un cattivo auspicio come partire di martedì oppure fare qualcosa di importante venerdì 17 ma ovviamente ogni paese ha le sue caratteristiche.

Superstizione
Superstizione (cultravel.it)

La cosa particolare è che non solo le superstizioni cambiano da paese a paese ma alcune sono veramente bizzarre.

Ad ogni paese la sua superstizione

In Turchia ad esempio le gomme da masticare non si mangiano dopo la mezzanotte perché questo ha un richiamo con la masticazione dei cannibali e quindi è una consuetudine radicata che impedisce, socialmente, di masticare la chewing gum.

Paesi e superstizioni
Paesi e superstizioni (cultravel.it)

In Vietnam invece i giovani studenti non mangiano mai le banane prima di un esame perché questo è segno di cattivo presagio. Infatti si usa tipicamente pensare che le persone scivolino sulle bucce delle banane, per questo motivo non è lecito mangiarle se non si vuole una marea di sfortuna. In Spagna invece per buon augurio si è soliti mangiare a mezzanotte di ogni nuovo anno 12 acini di uva, ognuno per un mese. In Cina invece non vanno assolutamente spezzati i noodles perché questi sono il simbolo della vita e quindi interromperli porta sfortuna.

Il riso non va mangiato mai ponendo le bacchette in verticale perché questo gesto richiama il momento in cui si arde l’incenso per i morti. Inoltre le bacchette non vanno mai poste incrociate perché questo richiama la croce e quindi la morte. In Russia c’è un collegamento tra il sale e l’amore. Quando una donna si sposa infatti deve cucinare per suo suocero un pasto, più salato è il pasto più forte è l’amore.

In Argentina invece esiste un nome, simbolo di sventura, che nessuno osa pronunciare: Carlos Menem che oggi è simbolo ancora di grande negatività. In America nel XIX secolo c’era la diffusa convinzione che alcune donne fossero delle streghe, per questo motivo nelle piccole cittadine si costruivano le case con le finestre oblique poiché si riteneva impossibile, per una strega, attraversarle e quindi accedere alla casa.

In Francia schiacciare gli escrementi se fatto con il piede sinistro è presagio di fortuna, viceversa con il piede destro è simbolo di cattivo auspicio. In Brasile le borse non si poggiano mai per terra perché queste contengono soldi e metterle per terra vuol dire negatività e perdita economica, per questo si appendono sempre.