Scegliere il viaggio in base all’odore? Ecco di cosa stiamo parlando 

Non tutti sanno che è possibile scegliere il viaggio in base all’odore: ecco tutto quello che c’è da sapere sul turismo olfattivo. 

Il turismo olfattivo rappresenta una tendenza oramai in continua crescita e che è in grado di offrire un’esperienza davvero unica durante la quale è possibile immergersi negli odori che caratterizzano un dato luogo in cui ci si trova. 

Scegliere il viaggio in base all'odore? Ecco di cosa stiamo parlando 
Scegliere il viaggio in base all’odore? ( Foto da Canva)

Di seguito andremo ad approfondire questa nuova forma di turismo in modo tale da riuscire a comprendere maggiormente in cosa consiste.

Viaggio in base all’odore: cosa c’è da sapere

Quando si parla di viaggi si tende a sottovalutare il senso dell’olfatto; eppure, si può tranquillamente affermare che gli odori sono parte integrante del patrimonio culturale dal momento che consentono di sperimentare e rivivere gli odori antichi di tradizioni e ambienti passati. Proprio per questo oramai vengono promossi tour e viaggi alla scoperta degli odori delle città. Sono tanti i musei e gli hotel che decidono di offrire avventure olfattive che consentono ai viaggiatori di instaurare una maggiore sintonia con i luoghi che decidono di visitare. 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Musée du Louvre (@museelouvre)

A tal proposito, infatti, nel 2022 il museo Louvre di Parigi ha deciso di organizzare un tour olfattivo riguardante la collezione di Nature morte presente al suo interno. Dal canto suo il Museo del Prado sito a Madrid ha deciso di una di inaugurare una mostra olfattiva dedicata ai 5 sensi e incentrata sui dipinti di Jan Brueghel. 

Come accennato sopra, anche gli hotel non sono esenti da questo tipo di esperienze non a caso sono tanti gli eventi dedicati alle fragranze. Al Balmoral di Edimburgo ad esempio gli avventori possono usufruire della possibilità di prendere parte ad un corso sui profumi. Ancora, spostandoci in Italia, precisamente a borgo San Felice, una maestra profumiera organizza laboratori di natura dedicati proprio ai profumi dei vigneti. Qui è possibile annusare i vini ma anche le foglie umide e così via.

In Costa Azzurra, a Cannes, presso l’Hotel Barrière Le Majestic di Cannes, viene gestito un laboratorio interno dove viene offerta un’esperienza immersiva. In particolare, le erbe profumate vengono trasformate per dare vita a drink unici: ai clienti si permette di sentirne il profumo così da vivere un’esperienza profumata di sorso in sorso.

Una tendenza in continua crescita

Alla luce di quanto detto, il turismo olfattivo è risulta essere una tendenza in continua crescita e che si sta sviluppando soprattutto nei musei ma anche negli hotel e nei locali di tutto il mondo. L’obiettivo dichiarato è quello di vivere di utilizzare il senso dell’olfatto abbinandola generalmente alla visione di un’opera d’arte o anche all’azione di sorseggiare una bevanda all’interno di un dato ambiente.