Mariah Carey e il Natale da incubo, la storia incredibile della cantante americana

La canzone di Natale di Mariah Carey è sicuramente la più famosa in assoluto, un punto fermo delle vacanze di Natale, eppure non tutti sanno cosa c’è dietro a questo brano.

Pubblicato nel 1994 è stato immediatamente un successo internazionale, ovviamente parliamo del pezzo All I want For Christmas is You. Non solo uno dei brani più famosi del Natale ma anche della cantante.

Mariah Carey
La storia di Mariah Carey (cultravel.it)

Il brano, solo fino al 2013, ha venduto ben 14 milioni di copie, uno dei singoli più amati e venduti di sempre. Il brano ogni anno permette alla Carey di guadagnare ben 1 milione di euro solo con questa canzone.

Natale da incubo per Mariah Carey

La regina del Natale, come anche altri indiscussi protagonisti come Michael Bublè, è un simbolo anche in Italia. Tuttavia non si conosce bene tutta la storia e soprattutto quello che è accaduto dopo la pubblicazione di questa canzone e soprattutto quali problemi sono noti ancora oggi.

La storia di Mariah Carey
La storia di Mariah Carey (Cultravel.it)

Il brano infatti è finito al centro di una grande battaglia giudiziaria. Infatti il cantautore Andy Stone ha accusato la cantante di aver accusato volontariamente il titolo della canzone da un suo brano. La canzone degli Stone che sono un gruppo è una ballata country cantata da Lisa Burgess Stewart, registrata cinque anni prima dell’uscita del famoso pezzo. Le canzoni però sono totalmente diverse, solo il titolo sarebbe lo stesso.

Vince Vance, nome d’arte di Stone, chiede quindi 20 milioni di dollari di danni per il comportamento scorretto e per il titolo che ha causato confusione. I documenti sono stati depositati in tribunale, sicuramente una situazione non florida per la cantante che passerà un Natale non certo felice con questo problema.

Accuse contro Mariah Carey: l’evoluzione della vicenda

Tuttavia è bene chiarire che, nonostante la vicenda sia ancora “calda“, formalmente le accuse contro di lei sono state archiviate. In realtà è stato proprio Stone a ritirare le accuse, dopo aver chiesto i 20 milioni di dollari di risarcimento. Le due canzoni, pur avendo lo stesso titolo, sono diverse quindi sicuramente non è stato il nome a generare i “profitti immeritati” come sosteneva la parte. Può capitare che canzoni abbiano lo stesso titolo, infatti guardando solo negli Stati Uniti ci sono 177 diverse canzoni che figurano con All I Want for Christmas is You.

La canzone della Carey è diventata una hit con l’album Merry Christmas con oltre 60 milioni di royalities. La canzone, come ha confessato, è stata realizzata per la maggior parte su una piccola tastiera economica. Eppure, nonostante tutto, resta uno dei brani natalizi più amati di sempre.