Nuova pandemia nel 2023? Parla Quammen e ci dice da dove arriverà

Dopo l’emergenza Coronavirus saremo costretti a convivere con una nuova pandemia? Sembra sia possibile, almeno secondo lo scienziato David Quammen.

Lungi da noi fare allarmismo o voler spaventare in vista del Natale 2022 tutti coloro che, dopo tanto tempo, sono tornati a vivere una vita più o meno normale dopo gli anni difficili legati alla pandemia da coronavirus.

David Quamman, nuova pandemia?
Potrebbe arrivare una nuova pandemia?

Tuttavia David Quammen, divulgatore che aveva anticipato che cosa sarebbe potuto succedere con il covid, parla oggi di una nuova pandemia che potrebbe arrivare.

Chi è David Quammen?

David Quammen è considerato come colui che ha predetto praticamente il covid. Lo scrittore divulgatore aveva, a suo tempo, semplicemente spiegato come si sarebbe potuto evolvere questo virus e come avrebbe potuto andare a colpire i l’intero pianeta. Per lui non si è trattata di una premonizione, ma semplicemente della Scienza. Tant’è che ha sempre considerato una sorta di ovvietà il fatto che dall’epidemia saremmo passati ad una pandemia.

Le previsioni per il futuro

Oggi, come riporta Fanpage, per quanto riguarda il futuro secondo Quamman potrebbero esserci ulteriori epidemie o pandemie di virus che, generalmente legati agli animali, faranno invece il salto di specie arrivando all’uomo. Chiaramente la specifica fatta dal divulgatore è che se questa malattia futura sarà più o meno grave dipenderà essenzialmente da noi e da come saremo preparati.

Questi anni di covid infatti dovrebbero averci fatto capire come comportarci in caso di virus potenzialmente pericolosi. Soprattutto come reagire in tempo per evitare nuovi lockdown e restrizioni.

Occhi puntati sull’aviaria

Entrando poi più nello specifico, lo scienziato ha raccontato a Fanpage che il prossimo focolaio potrebbe essere un altro coronavirus oppure un virus dell’influenza come quello dell’aviaria che è attualmente sotto la lente di ingrandimento di tantissimi scienziati. Non è pericoloso per l’uomo, ma basterebbero pochi mutamenti per far sì che l’infezione invece diventi più importante e la trasmissione agli esseri umani più costante diventando così un virus potenzialmente pericoloso.

Virus
Possibili salti di specie virus

Lo ripetiamo, a oggi non ci sono evidenze di pericolosità imminente o di una nuova pandemia grave come quella del Coronavirus. Tuttavia i famigerati salti di specie ci sono, sono sempre più frequenti e bisogna quindi che si presti sempre particolare attenzione a ciò che succede attorno a noi. Senza sottovalutare nulla e correndo ai ripari con largo anticipo laddove dovessero esserci dei potenziali rischi.