Perché il carbone nella calza? Non potete immaginare da dove arriva

Vi siete mai chiesti perché si mette il carbone nella calza della Befana e da dove nasce questa usanza così particolare? Ve lo sveliamo noi!

Una delle tradizioni più classiche e famose da portare avanti nella giornata della Befana è quella di far trovare nella calza dei bambini, ma anche gli adulti perché no, del carbone.

Carbone delle Befana
Le origini del carbone nella calza all’Epifania

Questa usanza oggi la diamo quasi per scontata e il significato che diamo al carbone all’interno della calza piena di dolcetti è molto semplice. Se i bambini non si sono comportati bene durante l’anno la Befana gli porta del carbone. In realtà le origini di questa tradizione, sono un po’ diverse e hanno soprattutto delle spiegazioni profonde.

Come mai si mette il carbone nella calza?

L’origine del carbone all’interno della Calza della Befana non è chiarissima. Soprattutto non ci sono delle fonti certe che dicano il motivo per cui viene inserito il carbone all’interno. Tuttavia si hanno parecchie testimonianze secondo cui il mettere o donare il carbone è un rito propiziatorio. Il motivo è semplice e lo ritroviamo nelle tradizioni popolari.

Ancora oggi, infatti, in alcune città italiane come a Bologna c’è l’origine l’usanza di bruciare il Vecchione, ad esempio Capodanno, che rappresenta l’anno vecchio. Questa tipo di rito propiziatorio è sparso in realtà in parecchie altre regioni d’Italia, in maniera più o meno simile, e lo si pratica anche il giorno della Befana. Bruciare un fantoccio in pezza proprio per salutare l’anno che se n’è andato porta bene quindi e il carbone è ciò che rimane di questo falò. Regalarlo è come indicare alle persone che questo è ciò che rimane dell’anno vecchio e da lì dobbiamo ripartire con nuovi propositi e idee positive.

Cosa significa oggi mettere il carbone nella calza della Befana?

Oggi chiaramente il carbone all’interno della Calza della Befana ha assunto un significato diverso e più semplice se vogliamo. Come avevamo detto all’inizio infatti viene donato ai bambini monelli. Come una sorta di piccola punizione se non si sono comportati bene. Anche se poi, diciamocelo, oggi il carbone non è un resto di un fuoco, ma un dolce di zucchero bello e buono!

Calze della Befana
Il carbone nelle calze oggi

L’idea è comunque quella di incentivare i più piccoli ad essere più buoni nel nuovo anno e, alla fine, ci si ricollega al dono del vero carbone fatto in passato per portare fortuna e ricordarsi che gli errori del passato non dobbiamo portarli con noi nel nuovo anno in arrivo.