Ristoranti stellati vista mare, servizi di catering personalizzati a bordo degli yacht, ma anche escursioni o battute di pesca: tutte le novità 2021

Cene vista mare sul Golfo di Marinella o di fronte all’isola di Caprera. E per i menù raffinati anche la possibilità di uno scenario alternativo con panorama esclusivo dallo yacht. Oppure spettacoli all’aperto, ma anche escursioni o battute di pesca. Scenari e menù, per l’estate che, in Costa Smeralda, si annuncia ricca di novità. D’altronde tra ristoranti stellati e resort di lusso, non c’è che l’imbarazzo della scelta. E con l’avvio di giugno, la stagione prende quota.

Nel fiordo naturale di fronte all’isola di Caprera, quella che viene definita posizione d’eccellenza sul mare della Costa Smeralda si potrà gustare la cucina del Tanit Fine Restaurant di Poltu Quatu guidato dallo chef Chef Denis Mulé, rientrato al Tanit da Londra, coadiuvato in sala dal direttore Nicola Giorgio. Nel menù, che offre proposte di mare e terra con attenzione alla tradizione locale si passa dalla varietà di crudi del mare, alle specialità di caviale; dagli antipasti ai primi piatti. E poi combinazioni particolari come gli gnocchi dorati con cozze su crema leggera di pecorino, o gli spaghetti Tanit con gamberi rossi, zucchine, rucola e pachino e la tradizionale pasta “lorighittas” con pesto, tartare di pomodoro secco su battuta di burrata.

Il Tanit Fine Restaurant e la Terrace du Port si aggiungono alla proposta del Grand Hotel Poltu Quatu curata dallo chef Giovanni Diana, dedicata agli ospiti dell’albergo e non solo, con bar e ristorante in piscina per drink e snack nell’arco di tutta la giornata o anche per il pranzo e il ristorante Maymon vista mare per la cena, ai quali si aggiunge la pizzeria di prossima apertura.

Dal 20 maggio ha riaperto anche la Terrazza Frades di Porto Cervo. Che per questa stagione, come sottolinea l’executive Chef Roberto Paddeu «prevede tra servizi “Chef privato in villa o a bordo di imbarcazioni private, accompagnato da una consulenza a 360° per tutto ciò che riguarda la fornitura del food and beverage».

L’estate in Costa Smeralda passa anche per l’Abi D’Oru che ha inaugurato la stagione turistica e guarda al mercato estero e a un allungamento del periodo di vacanza. E per il Cala di Volpe, l’Hotel Cervo, il Romazzino e il Pitrizza del gruppo Smeralda Holding.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *