La Sicilia è quinta per traffico croceristico

Secondo la società Risposte Turismo, la Sicilia si conferma al quinto posto nella classifica regionale del traffico crocieristico in Italia per numero di passeggeri movimentati (poco più di 1 milione, -9,2 % sul 2016). Palermo ottavo scalo crocieristico nazionale, Messina all’undicesimo posto.

scritto da Marcello Clausi
Navi al Porto di Palermo

Quinto posto nella classifica regionale per numero di passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti) poco più di 1 milione, -9,2% sul 2016) e quarto posto nella classifica regionale per numero di toccate nave (606, -25,6%).

Queste le proiezioni aggiornate per il 2017 relative alla Sicilia contenute all’interno di Italian Cruise Watch 2017, il rapporto di ricerca sul comparto crocieristico nazionale curato da Risposte Turismo – società di ricerca e consulenza attiva nella macro industria turistica – che verrà presentato integralmente e distribuito in occasione della settima edizione di Italian Cruise Day, l’appuntamento di riferimento per il comparto crocieristico nazionale in programma venerdì 6 ottobre a Palermo.

Più in particolare, nella classifica previsionale dei passeggeri movimentati nel 2017 nei principali scali crocieristici del paese, Palermo si confermerà all’ottavo posto (450 mila, -11,8%) mentre Messina all’undicesimo posto (392 mila passeggeri movimentati, +6,7%).

Al risultato complessivo atteso per la Sicilia a fine anno contribuiscono anche altri scali crocieristici tra cui Catania (16mo porto nazionale, 65 mila crocieristi movimentati), Trapani (42 mila), Giardini Naxos (31 mila) Lipari (22 mila), Milazzo, Siracusa e Porto Empedocle.

Per quanto riguarda il numero di toccate nave, la Sicilia si posiziona al quarto posto nazionale in virtù di 606 approdi (-25,6%), alle spalle del Lazio (766, -12%), Liguria (764, -3%) e Campania (634, -21%).

“La Sicilia – afferma Francesco di Cesare, Presidente di Risposte Turismo – con 4 porti tra i primi venti ed oltre 10 scali pronti ad accogliere navi da crociera, rappresenta un territorio dalle elevatissime potenzialità di crescita. Sebbene il calo di quest’anno riguardi tutta l’Italia e non solo la Sicilia, alla regione su cui insistono più Autorità di Sistema Portuale è però richiesto un impegno di programmazione condivisa ed un delicato lavoro di interpretazione strategica del proprio ruolo all’interno della geografia crocieristica considerata la fortunata, ma al contempo delicata, posizione nel Mediterraneo”.

Italian Cruise Day 2017, è un evento ideato e organizzato da Risposte Turismo e realizzato quest’anno in partnership con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale e con il supporto di CLIA Europe.

Pasqualino Monti e Renato Coroneo

Tra i relatori attesi al forum oltre a Pasqualino Monti – Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, anche Renato Coroneo – Segretario Generale Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, Fabio Giambrone – Presidente GESAP – Aeroporto di Palermo e Maurizio Carta – Professore Ordinario di Urbanistica e Pianificazione Territoriale Università di Palermo.

“Il settore delle crociere è in costante crescita, ha detto il Presidente Pasqualino Monti. Bisogna essere pronti per adeguare le nostre infrastrutture ad ospitare navi da crociera sempre più grandi ma anche essere pronti per la ricettività, ossia avere la capacità di accogliere flussi di turisti sempre maggiori”.

Link Sponsorizzati
Porto di Palermo
Scrivi un commento

Post nella stessa Categoria