Bistrot, l’organic food di Freschette

Il locale palermitano specializzato in organic food compie sei anni e presenta i nuovi menù. Stagionalità dei prodotti e disponibilità delle risorse locali il segreto del successo per gli amanti di un’alimentazione sana e naturale.

scritto da Marcello Clausi
Zucca arrosto, crema di carote e gelatina di aceto balsamico

La Lonely Planet lo cita nelle sue guide come locale da visitare e altamente consigliato ai turisti. In molti motori di ricerca di lingua inglese cercando “ristoranti bio e vegani” a Palermo, appare subito nei primi posti.

Anno dopo anno Freschette biobistrot, il ristorantino vegetariano e vegano palermitano, si è conquistato una fascia sempre maggiore di pubblico, sia locale che turistico, tanto da diventare punto di riferimento per i cultori del cibo sano.
E alla vigilia del suo prossimo compleanno – a novembre compie 6 anni- il locale di piazzetta Monteleone alle spalle delle poste centrali, presenta il suo nuovo menù e tutte le novità di stagione.

“La stagionalità dei prodotti e la disponibilità delle risorse locali sono la nostra filosofia, dice la chef Marina Scalesse che con Francesca Leone gestisce il locale. E in base a quello che i nostri fornitori ci portano elaboriamo i menù di stagione”.

Tutto sano e tutto naturale dunque, a cominciare dagli stuzzichini che vengono serviti ad ogni coperto. Dai grissini all’olio d’oliva e semi di finocchio ai grissini al curry, dai paninetti con lievito madre e farro integrale a quelli con cipolla bianca, ai cracker al farro.

Ampia e particolare poi la scelta di antipasti, primi piatti e secondi. Tra gli antipasti meritano una segnalazione il carpaccio di melone bianco con feta, caviale di zibibbo e malvasia, oppure la zucca arrosto con crema di carote e gelatina di aceto balsamico.

Per chi non vuol rinunciare ad un primo piatto ma vuol mantenersi leggero si consigliano gli spaghetti di Tumminia con aglio nero, olio e peperoncino, o in alternativa i bottoncini di riso ripieni di melanzana in acqua di pomodoro.

E se avete ancora fame, tra i secondi ci permettiamo di consigliare la melanzana affumicata con cracker di miglio, zucchine, pomodori e spuma di ricotta salata. Oppure un panino al carbone vegetale con burger di tempeh, maionese alle rape rosse, lattuga e anelli di cipolla.

“Curiamo molto i nostri piatti, aggiunge la chef Scalesse, che presentiamo ai nostri clienti dopo una lunga sperimentazione che viene fatta in cucina assieme agli altri due chef, Antonio Campo e Costanza Abbro. Cerchiamo di dare ad ogni piatto una giusta combinazione nutriente ed equilibrata. Pochi piatti che però garantiscono ogni giorno tanta freschezza e originalità”.

Cibo sano e di qualità che attira molti turisti: “Nei tavoli del nostro locale si sentono parlare diverse lingue, conclude la Scalesse. I turisti sono molto attenti a ciò che mangiano. La scritta organic food che appare all’esterno del locale ne attira molti”.

Diversi pure i dessert presenti in menù, che consigliamo di accompagnare a un buon amaro bio o ad un bicchierino di malvasia con scaglie di zenzero.

Il locale è aperto anche a pranzo, ma con un menù ridotto per lunch veloci. Solo otto piatti classici, rivisitati in chiave bio-vegetariana.

A palazzo Riso invece è sempre firmato Feschette la caffetteria del Museo. Anche lì pranzi leggeri e spuntini con ingredienti naturali.

 

Freschette BioBistrot
Piazzetta Monteleone, 5 (dietro Poste centrali) – Palermo
Tel 0919820727 – 3932430440
Chiuso il Lunedì

Link Sponsorizzati
Piazzetta Monteleone, Palermo, PA, Italia
Scrivi un commento

Post nella stessa Categoria